Trattamento non chirurgico del doppio mento con Belkyra

Il doppio mento è una caratteristica purtroppo tanto comune quanto sgradevole, non si limita infatti ad alterare la definizione mandibolare e le proporzioni del volto, ma contribuisce a far apparire appesantita e invecchiata l’intera figura.
L’accumulo di adipe nell’area sottomentoniera può essere provocato da un generale aumento di peso, nel qual caso una dieta dimagrante può aiutare, oppure da una predisposizione genetica a concentrare massa adiposa in quel punto. In quest’ultimo caso è necessario intervenire localmente per ripristinare l’armonia del volto, riducendo la massa grassa soltanto dove necessario.

female-neck-in-art-shadows-dalibor-balicCOME FUNZIONA BELKYRA
Fino ad oggi l’unica soluzione efficace contro il doppio mento era costituita dalla liposuzione, tecnica chirurgica ormai poco invasiva, che implica però inevitabilmente un certo grado di dolore e fastidio, oltre a causare in alcuni casi lassità dei tessuti.
Per coloro che non desiderano sottoporsi a un intervento chirurgico sarà presto disponibile una nuova soluzione di medicina estetica, presentata in Italia lo scorso fine settimana presso il 38esimo Congresso SIME di Roma. Si tratta di Belkyra (ATX 101), prodotto dalla casa farmaceutica statunitense Kythera: un farmaco sintetico che simula l’azione dell’acido desossicolico, una sostanza prodotta naturalmente dal fegato, che degrada il grasso per consentirne l’assorbimento a livello intestinale.
Belkyra svolge un’azione citolitica, nel senso che dissolve la membrana esterna della cellula adiposa permettendo il rilascio dei lipidi in essa contenuti, i quali verranno successivamente smaltiti attraverso il sistema linfatico. In breve, scioglie il grasso localizzato eliminando in modo efficace e definitivo il doppio mento.

IL TRATTAMENTO
Il trattamento con Belkyra dura pochi minuti, non richiede alcuna anestesia e può essere effettuato in regime ambulatoriale. Il farmaco viene iniettato localmente con un ago sottilissimo e, se correttamente somministrato, non provoca effetti collaterali, a parte un lieve arrossamento e bruciore localizzati che svaniscono nell’arco di poche ore.
Poiché il numero di cellule adipose si definisce in fase di crescita e rimane poi costante durante l’età adulta, gli adipociti distrutti da Belkyra non si riformeranno mai più: dunque il risultato finale è definitivo.
In base alla gravità dell’inestetismo e alla risposta soggettiva di ciascun paziente, possono essere necessarie più sedute, in media da 4 a 6, distanziate di un mese.